Cosa fare durante la Vigilia di Luna Piena?
Grazie alle moderne applicazioni sui cellulari o avvalendosi di un buon lunario chiunque è in grado di conoscere l’ora esatta in cui avverrà l’apice della Luna Piena, quindi si è ormai consolidata l’abitudine di esporre durante la notte precedente i propri oggetti (rituali o profani) che si desidera caricare con i benefici influssi lunari, utilizzano il momento in cui la luna raggiunge il suo massimo nella fase crescente ed evitando la fase decrescente.
– Tradizionalmente il periodo della Luna Piena dura tre giorni ne tre notti perché è pressoché impossibile solo osservando il cielo percepire un 1% di superficie illuminata o meno.- Acqua di Luna

Per “creare” l’Acqua di Luna è necessario esporre l’acqua in una bottiglia di vetro priva di etichette e se possibile di scritte alla Luce della notte della Vigilia di Luna Piena. L’acqua deve essere potabile, se possibile di fonte, e la bottiglia chiusa.
C’è chi preferisce crearla utilizzando la coppa dell’ altare, in questo caso consiglio di coprirla con una garza altrimenti al mattino si rischia di ritrovarla con qualche insetto suicida in omaggio.

Il quaderno dei desideri

Anche questa è un’usanza che mi giunge relativamente nuova, ma che ho adottato trovandola utile per definire ciò che realmente è importante per noi e per tenere traccia delle cose che si realizzano.
Su di un quaderno dedicato scriviamo la data e il segno in cui si trova la Luna Piena (Questo mese Gemelli) e sempre nello stesso foglio scriviamo i nostri desideri con parole semplici e chiare. Esponiamo il quaderno aperto alla pagina che abbiamo scritto e “lanciamo” i nostri desideri all’Universo.

Cosa altro si può esporre ai raggi della Luna?

Qualunque cosa abbia per noi un significato e che desideriamo riceva un po’ di energia extra dalla forza della viglia di Luna Piena. Quindi si possono esporre oracoli, tarocchi, creme, pietre, gioielli, candele, vestiti rituali.

Regole non scritte.

Gli oggetti vanno esposti in un luogo dove possono ricevere i raggi lunari, ma riparati da sguardi indiscreti e soprattutto da mani lunghe e atti vandalici. Meglio preferire un mensola o un tavolino al sicuro dietro il vetro di una finestra da cui è possibile vedere la luna piuttosto di rischiare di vedersi tutto rotto o addirittura rubato.

Gli oggetti vanno esposti quando cala il buio e vanno ritirati prima del sorgere del sole.

Potrebbe interessarti anche:
Dolcetti a Falce di Luna
Esbat di novembre

Se il mio blog ti piace e lo trovi utile

offrimi un caffè:paypal.me/stregadicitta