Quando passando vicino a una bancarella o a una vetrina veniamo attratti da un monile o da un cristallo , siamo sicuri che sia solo la sua bellezza ad attirarci?
O è la sua energia quello di cui abbiamo bisogno? Siamo noi a scegliere le pietre o sono loro a chiamarci?
Io credo che siano entrambe le cose.
Siamo entrati nel negozio e abbiamo acquistato la pietra che tanto ci attirava… e adesso?
La nostra pietra è stata estratta in un modo a noi sconosciuto e a viaggiato passando di mano in mano assorbendo energie negative e “sporcizia” energetica quindi dovremmo prepararci a purificarla cercando ne frattempo di toccarla il meno possibile.
Come purificare un cristallo?
Su internet ho spesso letto gente che consigliava di immergere per molte ore la pietra in acqua o (ancora peggio) acqua e sale, ma se questo più andar bene per le pietre più dure (sicuramente un diamante non si rovinerà) è certamente sconsigliato per le pietre “morbide” e porose che sicuramente usciranno butterate e rovinate dal bagnetto.
Anche esporle per molte ore alla luce diretta del sole e a volte anche della luna può rovinarle provocando scolorimenti e inaridimenti, ebbene sì ci sono delle pietre che si disidratano.
Quale può essere una soluzione che va bene per tutte le pietre?
Io prendo un piccolo vasetto di ceramica e vi metto le pietre da purificare e le ricopro di sabbia che poi purifico lasciandola al sole fino a che non mi ricordo di ritirarla, prima usavo la terra ma poi mi e` stato fatto notare che la terra anche se sembra secca ha sempre un po’ di acqua occulta.
La tempistica è variabile, se una pietra è nuova o la sento particolarmente negativa posso lasciarla sotterrata anche per un intera lunazione.
Se invece mi serve subito cosa posso fare?
Buona domanda, di solito apro il cerchio e dopo purifico la pietra presentandola ai 4 elementi, le parole le compongo di volta in volta.
Caricare e programmare un cristallo
Ora che abbiamo il nostro cristallo fisicamente e dal punto di vista energetico pulito, cosa ne facciamo?
Inanzi tutto evitare che gli altri lo tocchino… altrimenti si riparte da capo.
Dopo può esser utile portarlo con noi per qualche giorno così che le nostre energie possano sintonizzarsi.
Quando ci sentiamo pronti potremmo procedere a sintonizzare il cristallo.
Inanzi tutto dovremo prenderci un po’ di tempo, quando ci sentiremo rilassati, concentrati e pieni di energia prenderemo la pietra nella nostra mano di potere (sinistra per i mancini, altrimenti la destra) e concentriamo sulla pietra il nostro desiderio fino a quando non sentiremo che è carica.