Corrispondenze
Divinità: Dee giovani e Dei morti e risorti: Persefone, Kore, Blodeuwedd, Cybele, Gaia, Iside, Cernunno, Tammuz, Osiride, Mitra
Colori: giallo limone, verde e rosa pallido, oro, tutti i colori pastello
Erbe: Margherite, asperule, violette, ginestra, celidonia, dente di leone, gelsomino, rosa e tanaceto
Incenso: Gelsomino, incenso, mirra, sangue di drago, cannella, noce moscata, aloe, benzoino, muschio, salvia, fragola, loto, violetta
Cristalli: Ametista, acquamarina, diapro rosso, quarzo rosa e pietra di luna
Simboli: Uova, conigli, farfalle, fiori e alberi, croci dalle braccia regolari
Cibi tradizionali: uova, uova sode, torte di miele, i primi frutti di stagione, biscotti, latte e miele

I miti legati a questo sabbat sono molti ma quello che meglio rimanda al simbolismo di morte e resurrezione è quello dell’amore tra Cibale (antica Dea Madre) e Attis (bellissimo giovane nato dal sangue della Dea). I due si amarono moltissimo, ma un giorno Attis si innamorò e decise di sposare una donna mortale. Cibale ferita decise di fare impazzire Attis il quele si evirò uccidendosi. Dal sangue di Attis nacquero i primi fiori di primavera e la Dea si pentì del suo gesto e trasformò il corpo di Attis in un pino riportandolo alla vita, ed egli divenne Signore della vegetazione.

Ostara e il cristianesimo

Forte è il legame tra l’equinozio ed il simbolismo della Pasqua cristiana in cui un uomo-Dio viene ucciso per vendetta e poi ritorna alla vita per amore (o attraverso l’amore) di chi l’aveva amato in vita; diventando per i suoi fedeli un icona di rinascita e continuità dopo la morte.

La wicca e l’equinozio

La parola equinozio deriva dal latino “equus nox”, ovvero “uguale notte”.
Quindi questo è un sabba di equilibrio, di gioia ritrovata e di speranza nella rinascita, le giornate si stanno allungando visibilmente e i semi cominciano a germogliare. Per molti animali questo è il periodo degli amori che porteranno alle nuove nascite durante l’inverno.
È il momento di “mettere a dimora” i nuovi progetti di cui abbiamo preparato i semi spirituali durante Yule dandogli forma ad Imbolc ed è finalmente giunto il momento di permettere a loro di mettere radici e prendere forza e forma.

Attività per Ostara

Molto carina e adatta anche per i bambini è l’usanza di colorare le uova, prima facciamo rassodare le uova (le uova devono essere a temperatura ambiente prima di essere messe nell’acqua altrimenti scoppiano o si crepano), sopratutto se ci facciamo aiutare dai più piccoli potremmo usare per le decorazioni dei coloranti alimentari o avventurarci nell’avventura di creare da soli i colori (per esempio con il succo di mirtilli o le bucce delle cipolle di tropea o anche con il vino rosso) e via libera alla fantasia.
Se poi il tempo ci assiste possiamo anche organizzare una piccola caccia al tesoro per il divertimento dei più piccini.

Festeggiare Ostara

Il telo dell’altare deve essere dei colori della primavera, decoriamo l’altare con i primi fiori della primavera; per le candele preferiamo quelle verde chiaro ( come simbolo della natura in boccio)ma sono indicati anche il giallo o il lilla,
molto carine per questo sabbat sono le candele a forma di uovo simbolo di rinascita; e non dimentichiamo di porre sull’altare dei semi che andremo a consacrare durante il rito.
Perchè i semi? Semplice i semi rappresenteranno nel mondo fisico tutti i nostri progetti che vogliamo far germogliare nel mondo spirituale. Durante il rito andremo a caricare un seme per ogni progetto e finito il rito sarà nostra cura metterli a dimora nella terra perchè possano germogliare e portare forza ai nostri progetti.
I cibi da preferire per il banchetto saranno uova, germogli e simili.

Piccola Bibliografia

per i cenni storici: Feste pagane di Roberto Fattori
                                Calendario di Alfredo Cattabiani
Consigli per i festeggiamenti e le attività per i sabbat sono presi dal mio diario magico