Questo periodo in cui il velo è più sottile e le comunicazioni fra i mondi sono più semplici è bello onorare chi ha camminato su questa terra prima di noi.
Con la modernità il culto degli antenati si è ridotto in una capatina al cimitero per lucidare le lapidi e lasciare dei fiori che a volte restano lì fino all’ anno dopo.
Questo è onorare i nostri antenati?
Pensando alle cerimonie che si compiono in Africa e in Asia mi sembra che potremmo trarre da loro un po’ d’ispirazione.

Per Samhain si può inserire anche un piccolo rituale per loro, tranquilli non avrete anime erranti che vi gireranno per casa ululando.

Potete cominciare mettendo sull’ altare (se non lo avete potete utilizzare qualunque ripiano che trovate), le foto o anche i piccoli oggetti che vi hanno lasciato i vostri antenati, create un albero genealogico così da onorare tutti i vostri legami.
Se ne avete la possibilità accendete una candela per ogni vostro antenato, chiamandolo per nome quando lo fate, mi raccomando fate attenzione alle fiammelle che non sarebbe simpatico bruciacchiare le tende o dar fuoco alla casa.

Il banchetto che in parte consumerete e in parte metterete sotto terra per nutrire le anime degli antenati ( se avete il giardino è perfetto altrimenti diminuite le dosi e usate un grosso vaso in terrazzo.Se proprio non potete metterlo sottoterra lasciatene una porzione simbolica sulla finestra e lasciate siano gli uccellini a ripulire il tutto); sarà formato da frutti fra cui una mela, il pane dei morti,  fate delle ricerche su i piatti tradizionali della vostra regione per il periodo di Ognissanti. Personalmente avendo conosciuto in vita alcune delle persone che hanno già oltrepassato il cancello cerco anche di mettere qualcosa che so gli piaceva molto in vita. È usanza in molti luoghi fare un’offerta alcolica per cui non dimenticate un po’ di vino.

Prima di cominciare il banchetto si può recitare una preghiera per gli antenati quella che vi posto di seguito è solo un esempio sentitevi liberi di cambiarla

“A voi che siete le mie radici
A voi chi vegliate sempre su di me
A voi che siete il mio inizio
A voi rivolgo il mio pensiero in questa magica notte
A voi lascio le mie preghiere e i mie ringraziamenti.
In vostro onore sono queste fiamme
Per voi è questo banchetto.
Unitevi a me per questa festa
per lenire il dolore
per avvicinare la distanza
in questa notte ci è concesso di sfiorarci”

Prima di mangiare ricordatevi di mettere parte del cibo nel piatto per gli antenati e versargli un bicchiere di vino, nulla di quello che viene offerto a loro va più toccato fino a quando non verrà sotterrato o offerto agli animali selvatici.

Dopo il banchetto potete concludere il tutto oppure prendervi del tempo per meditare.
Non preoccupatevi se gli antenati vorranno lasciarvi un messaggio troveranno il modo anche senza che voi cerchiate un contatto diretto con loro tramite tavole Ouija o simili

Se il mio blog ti piace e lo trovi utile

offrimi un caffè:paypal.me/stregadicitta