La Luna Blu è davvero così rara?

In realtà, essendo il ciclo lunare di 28 giorni è abbastanza probabile che se la luna piena si presenta all’inizio del mese ce ne sarà una seconda prima della fine del mese.
In media capita una volta ogni due anni e mezzo.

C’è solo un tipo di Luna Blu?

In realtà la definizione moderna di Luna Blu sembra essere frutto di un errore pubblicato su una rivista nel 1946, a rivista di astronomia Sky & Telescope citò un astronomo che affermava che la seconda luna piena in un mese era chiamata Luna Blu, ma l’autore dell’articolo aveva interpretato male una pagina dell’Almanacco degli agricoltori del Maine del 1937. Questa notizia venne ripetuta e riportata talmente spesso (anche in un gioco da tavola della Hasbro il Trivial Pursuit nella versione del 1986 era riportata questa definizione della luna blu) che finì per entrare nel folklore moderno.
In origine la Luna Blu era la quarta luna piena che avveniva nel corso della stessa stagione, (in ambito neo-pagano si è deciso che è la terza luna piena e non la quarta quella da considerarsi come luna blu per non togliere l’equilibro tra le lune stagionali [su questa informazione non ho trovato fonti certe]) perché solitamente nella stagione ve ne sono solo tre, avvenimento anche questo non rarissimo che accade in media ogni due anni o tre anni.

Ciò significa che la seconda luna piena in un mese non è particolarmente magica?

È magico ciò che viene creduto tale!
Essendo che moltissimi praticanti considerano questo avvenimento un momento di particolare energia e magia le energie si concentrano attorno a questo avvenimento aumentandone l’energia.

Modi di dire che cambiano nei secoli

Essendo che il termine Luna Blu è arrivato a noi attraverso l’inglese “Blue Moon” è interessante cercare di esplorarne l’origine nei modi di dire.
Abbiamo visto che il nome per la seconda luna del mese nasce da un errore del 1946 ma il termine “Blue Moon” era già in uso nel sedicesimo secolo per indicare una cosa che non poteva accadere, dire “Una volta in una luna blu” era l’equivalente del dire “Accadrà nel giorno del mai nel mese del forse”, quindi che era una cosa impossibile e assurda.
La storia però ha regalato davvero la visione di alcune lune di colore blu:
– Nel 1883 l’esplosione del vulcano indonesiano Krakatoa liberò moltissime polveri e vapori nell’atmosfera che resero i tramonti verdi e la luna bluastra per alcuni anni, si abbassò anche la temperatura terrestre a causa delle polveri disperse in atmosfera.
– Nel 1927 un monsone particolarmente violento in India creò i presupposti per far apparire la luna bluastra
– Nel 1951 degli enormi incendi boschivi avvenuti in Canada liberarono nell’atmosfera molte polveri che fecero apparire una sfumatura bluastra sulla luna.

Questi avvenimenti si riflessero anche nei modi di dire che mutarono il significato del “Una volta in una luna blu” dall’indicare un avvenimento impossibile a indicare un avvenimento estremamente raro e imprevedibile ma non assurdo o impossibile.

È molto raro che cada la Luna Blu nella notte di Samhain?

In media ci sono tre o quattro Lune Blu nell’arco di un secolo che cadono nella notte del 31 ottobre, quindi sì direi che è davvero un evento raro, ma non è affatto vero che porta sfortuna come mi è capitato di leggere su alcuni social.

 2020

Questa Luna Blu cade nel segno del Toro è una luna potente che parla di magia e desideri avverati, vestiamo d’argento e blu, danziamo e tessiamo i nostri incantesimi approfittando di questa energia particolare.

 

Se il mio blog ti piace e lo trovi utile

supportalo con una donazione:paypal.me/stregadicitta 

Può interessarti anche: 

Un rito per Samhain

Samhain 31 ottobre/1 novembre

Samhain

Samhain tradizioni in Italia e nel mondo

Ricette per Samhain

Zucca

Fonti consultate per scrivere questo articolo:



—-