Creature mitologiche

Le Fate dell’Aria

Le fate dell’Aria sono creature molto scaltre, intelligenti e dispettose.
Comandano i venti per questo vengono chiamate anche Spose del Vento e parlano la lingua degli uccelli.
Come tutte le creature dell’aria difficilmente si mostrano all’uomo, però vengono attratte dall’intelligenza quindi cercano il contatto con persone particolarmente ‘brillanti’, a queste persone esse si mostrano come ragazze giovane e bellissime o si limitano a sussurrare i loro suggerimenti all’orecchio del fortunato prescelto.
Dominatrici del cielo, spiriti elementali dell’aria. Aggraziate e femminili, ma turbolente come i venti che esse sollevano, libere come gli uccelli che sorreggono in volo, passionali e mutevoli come le condizioni atmosferiche che aiutano a creare, spesso collaborano con le Fate dell’Acqua a cui sono molto legate.Basadone sono dei folletti volanti che si lasciano trasportare dalla brezza leggera del vento e, come tutte le cosiddette “creature del vento”, sono quasi sempre invisibili. Il nome deriva dal dialetto trentino e significa “baciadonne”. Sono spiritelli di natura benevola e solitamente trattengono i fanciulli in casa quando è imminente la bufera. Secondo la tradizione popolare della valle dell’Adige e della Val di Non, invece, il Basadone personifica l’Ostro, il vento che soffia dal sud, e nella stessa Val d’Adige si racconta che avrebbe al suo seguito parecchi servi, brutti e buffi, con i quali scorrazza per i campi.

/ 5
Grazie per aver votato!

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

error: No copia e incolla! Condividi tramite link