Trama:

Cannella bruna e calda quanto la pelle per aiutarti a trovare qualcuno che ti prenda per mano. Seme di coriandolo, sferico come la terra, per farti vedere chiaro. Trigonella contro la discordia. Zenzero per il coraggio profondo di chi sa quando dire no. C’è una vecchia signora indiana in una bottega di Oakland, in California. Alla ricerca del sapore piú squisito, o del sortilegio piú sottile, sfiora polveri e semi e foglie e bacche. È Tilo, la Maga delle Spezie, e questo romanzo è la sua storia: dallo sperduto villaggio indiano dove la rapiscono i pirati, fino in America dove la magia delle spezie le permette di aiutare chi si è lasciato l’India alle spalle. E dove i poteri di Tilo finiranno per vacillare sotto l’onda di una passione che la esporrà alle conseguenze piú straordinarie e terribili. La Maga delle Spezie è una favola di fragranze, di aromi, di isole arcane, di un amore proibito. E, soprattutto, di una magia che si annida nel più quotidiano, e violento, dei mondi possibili.

Recensione:

Nel film troviamo una splendida Aishwarya Rai che interpreta Tilo, la maga delle spezie, che lascia vedere già da bambina un certo potere; ma anche uno spirito ribelle.
Quando il suo apprendistato sull’ isola delle maghe viene mandata in America, un paese giovane che la spinge a cercare nuovi compromessi che le permettano di vivere l’amore che si trova a sognare.
Il film è carino per le ambientazioni e la storia romantica. Nulla di eccezionale ma carino direi dal sapore agrodolce.
Con il libro da cui è tratto a poco in comune però si lascia guardare volentieri.

Link al film:  http://www.raiplay.it/programmi/lamagadellespezie/

(Raiplay richiede la registrazione, per poter usufruire dei programmi on demand in modo gratuito)

Summary
Review Date
Reviewed Item
La Maga delle Spezie
Author Rating
51star1star1star1star1star