La caccia alle streghe in Europa di Brian P. Levack offre un’accurata analisi storica e sociale del fenomeno, ma vediamo più nel dettaglio cosa troveremo nel libro:

Indice

1 Introduzione

Il significato di ‘Stregoneria’

Quando gli europei dell’inizio dell’eta`moderna usavano la parola “stregoneria”si riferivano alla pratica della magia nera; quindi alla pratica di fare malefici e fatture ricorrendo all’utilizzo di poteri occulti misteriosi e soprannaturali.

Tutta la magia si divideva in: Alta che prevedeva una certa cultura nei suoi praticanti e un utilizzo di procedure e rituali ben strutturati.

Bassa che si apprende solo per via orale o tramite apprendistato e non necessita di molta cultura; spesso i praticanti di tali arti non sapevano nemmeno leggere.

Solitamente le streghe erano accusate di praticare magia bassa con l’aiuto del Diavolo e ciò aggravava la loro situazione

L’esistenza della stregoneria

Il problema non e`decidere se la stregoneria esiste o meno ma se era effettivamente utilizzata; e sono stati rinvenuti vari reperti che si possono collegare a tali pratiche e anche testi sia di magia bianca che nera che ne testimoniano l’effettiva esistenza. Mentre decidere se gli accusati praticassero in effetti tali arti e`un po’ più difficile visto che la maggioranza era analfabeta raramente furono portate vere prove ai processi.

Le dimensioni della caccia

Alcune stime parlano di circa 9 milioni di esecuzioni ma sono cifre decisamente esagerate gonfiate dagli stessi cacciatori di streghe ed anche dagli scrittori di epoca successiva che volevano accentuare la gravita` dei fatti. In realtà i dati storici fanno pensare a un numero molto più contenuto di esecuzioni effettive che si aggira intorno alle 45.000 in tutta Europa.

2 Le basi intellettuali

Verso la fine del 500 si diffuse la convinzione che alle basi della stregoneria vi fosse un patto con il Diavolo che concedeva in cambio potere alla strega e fu da queste credenze che stregoneria e satanismo si trovarono legati.

Il concetto cumulativo di stregoneria

Stregoneria e culto del Diavolo divennero tutt’uno; ma chi era il Diavolo? Poco considerato nel vecchio testamento divenne una figura molto importante nel nuovo testamento impegnato con la sua schiera di demoni a ribaltare il regno di Cristo. E quale miglior modo per rappresentarlo se non ispirandosi alle divinità pagane che andavano estirpate per fare posto alla nuova fede.

La diffusione della credenza

Le descrizioni dei sabba erano diverse a seconda dei tempi e dei luoghi ma vi erano anche dei punti in comune. Ed e`su questa base che Margaret Murray ipotizzo`che tutte le persone accusate di stregoneria in realtà seguissero lo stesso culto della fertilità. Ma questa teoria non trova prove concrete tra i reperti, più probabilmente furono gli stessi inquisitori a diffondere le idee basandosi sui precedenti processi.

La tradizione scettica

Molti scrittori si dimostrarono apertamente scettici su alcuni particolari legati alla stregoneria come il volo e la metamorfosi, però nessuno negò in modo assoluto l’esistenza della stregoneria stessa.

La stregoneria e la paura della ribellione

Non e`un caso che le prime accuse di stregoneria risalgono alla fine del 300 , quando l’Europa stava attraversando un momento di forti tensioni sociali. l’epoca della grande caccia alle streghe coincide con un periodo di grandi rivolte popolari.

3 Le basi giuridiche

Nonostante alcuni casi di giustizia sommaria tutte le streghe furono processate e condannate in modo formale e legale dai tribunali

Modifiche della procedura penale

Prima del XII secolo in mancanza di prove concrete ci si affidava al giudizio divino tramite prove che l ‘accusato doveva superare, dopo il XIII secolo le cose cambiarono e venne dato molto più potere alla decisione del giudice, inoltre venne resa più semplice la procedura per denunciare i presunti reati anche senza prove concrete

La tortura

Il fatto che i sospettati di eresia fossero torturati venne giustificata come pratica più che opportuna dal momento che erano colpevoli di tradimento.

La stregoneria e i tribunali secolari

La terza importante riforma che rese possibile la caccia alle streghe fu l’utilizzare appieno il potere giuridico dello stato per punire reati spirituali.

La stregoneria e l’inizio dell’eta`moderna

La caccia alle streghe in alcuni stati venne resa più spietata grazie all’appoggio di re e principi che la utilizzarono per rendere più solido il loro potere temporale.

4 L’influenza della Riforma

La nuova prospettiva religiosa

I grandi riformatori protestanti non proposero una nuova concezione del Diavolo, ma accettarono le credenze cattoliche del Medioevo limitandosi a dargli un maggiore potere e ad alimentare ulteriormente la paura e quindi di riflesso a inasprire la caccia alle streghe cosi`legate al culto demoniaco.

Il conflitto religioso

La Riforma e la Controriforma portarono ad aspri conflitti fra protestanti e cattolici, che spesso degenerarono in veri e propri conflitti ed ebbero un ruolo importante nella diffusione della caccia alle streghe.

La Riforma e il declino della caccia alle streghe

I protestanti dopo essersi resi colpevoli di un’impennata nei processi alle streghe formularono l’ipotesi che Dio era sicuramente superiore al Diavolo e che la stregoneria semplicemente non esistesse e ciò fece diminuire drasticamente le accuse di stregoneria e la caccia alle streghe finì per esaurirsi

5 Il contesto sociale

Nel trattare la stregoneria lo storico non deve solo spiegare perché le streghe facessero certi atti; ma cosa spingesse i vicini ad accusarle di tali reati.

Il contesto geografico e sociale

è evidente che la maggioranza delle accusate proveniva da piccoli paesi agricoli, questo era causato sia dall’ignoranza che teneva viva la superstizione sia dalla chiusura della comunità

Chi erano le streghe ?

Erano prevalentemente uomini e donne “scomodi” accusati di eresia e spesso collegati a sette politiche oltre che eretiche. Fermo restando che ogni regione aveva il suo stereotipo di strega e stregone e le donne finirono per essere la maggioranza nelle con danne a morte.

Il mutamento socioeconomico e la grande caccia alle streghe

L’aumento della povertà,  l’aumento dell’indipendenza della popolazione femminile finirono per fermentare la caccia alle streghe.

6 La dinamica della caccia alle streghe

Le condizioni indispensabili

Per poter avvenire la caccia alle streghe necessitava che sia chi era al potere sia il popolo credessero fermamente nell’esistenza della stregoneria e dei malefici.

I fattori scatenanti

Nella maggioranza dei casi la caccia alle streghe era scatenata da una sventura, fosse essa una siccità una grandine o una malattia del bestiame poco importava, il sospetto cadeva sui malefici e sulle streghe.

Lo svolgimento della caccia

Una volta accertato che vi era atto di stregoneria la caccia era giostrata dai giudici che avevano il pieno potere sui singoli casi e decidevano in autonomia che processare e chi lasciar andare.

La fine della caccia alle streghe

Le piccole cacce si esaurivano in breve tempo una volta condannata o prosciolta la colpevole e tornata la tranquillità. Per le grandi cacce alimentate dall’isteria di massa e dalle torture dei giudici che fornivano sempre nuove confessioni fu più difficile porre un limite.

7 Cronologia e geografia della caccia alle streghe

Modelli cronologici

Modelli geografici

8 Il declino e la fine della caccia alle streghe

Procedure giudiziarie e cautele legali

Nei secoli XVII e XVIII vennero introdotte delle riforme che impedirono di accusare le streghe senza prove inconfutabili del reato e aumentarono le assoluzioni e anche l’isteria che accompagno per secoli la grande caccia andò esaurendosi.

Il disincanto del mondo

Verso la fine del seicento grazie anche ai primi movimenti dell’illuminismo la stregoneria perse credibilità e finì con l’essere definita un reato immaginario.

Il nuovo clima religioso

Sviluppi sociali ed economici

La maggiore stabilita`, il relativo benessere e la mancata pressione da parte dei preti favori`una distensione del popolo che smise di vedere in ogni sfortuna lo zampino della strega e quindi smise di accusare di stregoneria chiunque fosse un po’ scomoda o strana.

La depenalizzazione

I processi finirono ma le leggi che proibivano la stregoneria furono lente a sparire

9 La caccia alle streghe dopo la fine dei processi

Il linciaggio delle streghe

Nonostante il clima più rilassato vi furono ancora dei casi di linciaggio da parte del popolo convinto di aver subito atti di stregoneria

La caccia alle streghe senza streghe

Streghe moderne e satanisti

La caccia alle streghe in Africa

Opinione personale:

Le brevi frasi che ho inserito nell’indice sono la sintesi della sintesi e non rendono certamente giustizia all’ampiezza del libro che è tra i più esaustivi e imparziali che ho letto sull’argomento. Dove non ho inserito nulla è perché la mole di dati presenti era così abbondante da non permettere una sintesi.

Lo consiglierei a un neofita? Sì perché offre una visione imparziale di questo fenomeno.

Vale la pena di comprarlo cartaceo? Secondo me Sì, merita senza ombra di dubbio un posto stabile nella libreria

Summary
Review Date
Reviewed Item
La caccia alle streghe in Europa di Brian P. Levack
Author Rating
51star1star1star1star1star