Questo incantesimo di guarigione a distanza non vuole sostituirsi alle cure del medico, ma può aiutare il malato ad affrontare con più forza la malattia.
Perché è necessario un incantesimo ‘a distanza’, a volte i nostri cari sono in ospedale e va da se che non si può fare un incantesimo con candele e incensi in un luogo dove ci sono altri malati e cose infiammabili come l’ossigeno, quindi lo si fa a casa.
Serve il consenso del malato? ci sarà chi vi dice di sì, io vi dico se fatto con amore ha la valenza della preghiera, chi chiede il permesso per pregare per qualcuno?
Il periodo migliore per questo incantesimo è la luna calante, per il giorno scegliete quello governato dal segno zodiacale più propizio per combattere la malattia.

  • Ariete: pianeta Marte, giorno martedì, malesseri legati alla testa e al sangue.
  • Toro: pianeta Venere, giorno venerdì, malesseri legati al collo, nuca, corde vocali e udito
  • Gemelli: pianeta Mercurio, giorno mercoledì, malesseri legati ai polmoni, le spalle, le mani e le braccia.
  • Cancro: Pianeta Luna, giorno lunedì, malesseri legati ai problemi di fertilità, il seno e lo stomaco
  • Leone: pianeta Sole, giorno domenica, malesseri legati alla spina dorsale, al cuore.
  • Vergine: pianeta Mercurio, giorno mercoledì, malesseri legati al sistema nervoso, alla digestione e all’intestino.
  • Bilancia: pianeta Venere, giorno venerdì malesseri legati a reni, vescica e prostata
  • Scorpione: pianeta Marte e Plutone giorno martedì o lunedì malesseri legati alla sfera sessuale e riproduttiva
  • Sagittario: pianeta Giove, giorno giovedì, malesseri legati al fegato e le gambe 
  • Capricorno: pianeta Saturno, giorno sabato, malesseri legati alle articolazioni, ai disturbi della pelle e dei denti
  • Acquario: pianeta Urano, giorno sabato, malesseri legati al ristagno dei liquidi corporei e delle tossine.
  • Pesci: pianeta Nettuno, giorno giovedì, malesseri legati ai piedi e alla circolazione linfatica.

Necessario:

Due candele bianche e due candela del colore legato all’ elemento del segno zodiacale con cui volete lavorare.
Una foto della persona malata, o un suo indumento o un oggetto da lasciargli vicino.
Un cristallo di quarzo o una pietra specifica per il disturbo che affligge la persona che volete aiutare.
Olio d’oliva
Incenso in grani con l’aggiunta di rosmarino.

Consigli su come farlo:
Se dovete agire in una fase lunare sfavorevole adattate l’incanto alla fase, se per esempio è crescente anziché concentrarvi sull’allontanare la malattia concentratevi sull’ aumentare la salute.
Lanciate il cerchio come d’abitudine, chiamate i guardiani e rivolgetevi alla Dea nella sua forma di maga e guaritrice.
Immergete le dita nell’olio e ungete le candela dal centro verso le estremità per allontanare e mettetele in cerchio attorno alla foto o all’oggetto dell’ammalato, mettete sopra la pietra.
Ricordatevi di essere ben radicati per non attingere alle vostre energie ma per attingere all’ energie dell’universo, caricatevi di energia cantando, pregando, suonando, cantando (non c’è un modo giusto o sbagliato di farlo); quando vi sentite pronti mettete le mani sopra la pietra e l’oggetto e lasciate fluire l’energia verso il malato.
Sedetevi e osservate le candele che bruciando creano un cerchio protettivo attorno alla persona a voi cara, potete decidere di attendere che le candele brucino del tutto o spegnerle (senza soffiarci sopra) per ripetere l’incantesimo nella prossima giornata appropriata.
Ringraziate e congedate i la Dea e i Guardiani, aprite il cerchio come d’abitudine.
Quando potete portate all’ammalato la pietra da tenere e l’indumento o l’oggetto che avete usato per l’incantesimo.

Piccola riflessione personale

Spesso mi sento chiedere se gli incantesimi funzionano. La risposta è: sì funzionano, nello stesso modo in cui funziona la preghiera.
Quando ci si trova ad affrontare la malattia di chi ci sta a cuore, ci sentiamo inutili e impotenti davanti alla malattia per questo il pregare o fare un incantesimo per facilitare la guarigione ci aiuta a sentirci utili e parte attiva, ci spinge a essere più presenti per la persona che sta male… e se non farà la differenza certamente non farà male.
A volte abbiamo solo il bisogno di sapere che abbiamo fatto tutto il possibile e l’impossibile per chi amiamo.

 

Se il mio blog ti piace e lo trovi utile

offrimi un caffè:paypal.me/stregadicitta