Esbat di Gennaio – Luna del Lupo

Spiriti della natura: gnomi, folletti
Erbe: vischio, agrifoglio, rosmarino, bergamotto, edera
Colori: bianco, indaco
Fiori: bucaneve, crocchi
Incensi: incenso e storace nero

L’Esbat di Gennaio è conosciuto con tanti nomi ad esempio: Luna del Grande Inverno, Luna silenziosa, Luna dei Ghiacci, Vecchia Luna, Luna della neve, Luna fredda
È una luna che parla dell’importanza del branco, della famiglia, del clan, del villaggio che sopravvive all’ inverno solo se c’è collaborazione e armonia.
Il lupo, creatura nell’immaginario spietata e pericolosa, non vive senza il suo branco; ricordiamoci che c’è differenza fra vivere e sopravvivere.
Questa luna ci ricorda che dobbiamo tener cari e nutrire i legami del nostro branco perché possiamo certamente sopravvivere anche da soli, ma vivere pienamente è un’ altra cosa.
Decoriamo la nostra casa/altare con i simboli e i colori di questa stagione.
In gennaio ci sono ancora una parte dei riti legati a Yule, quindi ecco che alla befana ci si riunisce ancora per bruciare l’effige del vecchio anno, nel falò in origine si ammucchiavano gli scarti dei campi e tutti mettevano qualcosa a rappresentare ciò che ci si voleva lasciare alle spalle. Da questi falò più esattamente dalle fiamme e dalle scintille si traevano auspici per il nuovo anno.
È il momento d’iniziare a porre le basi per i nuovi progetti di quest’anno, nei campi gelati si ricomincia a lavorare la terra nella speranza che ci sia una buona stagione che permetta di superare un altro inverno.
Per l’esbat scegliamo i colori del periodo che ricordano il ghiaccio ancora presente usiamo candele bianche (purificazione /jolly) e blu per l’armonia.