Esbat di gennaio – Luna del lupo o Luna del Grande Inverno

Spiriti della natura: gnomi, folletti
Erbe: vischio, bergamotto
Colori: bianco, indaco
Fiori: bucaneve, crous
Incensi: incenso (olibano) e storace nero
Divinità: Atena, Freya, Inanna, Sarasvati

Questa luna conosciuta è con tanti nomi, ne cito alcuni: Luna del Grande Inverno, Luna silenziosa, Luna dei Ghiacci, Vecchia Luna, Luna della neve, Luna fredda.

È una luna che parla dell’importanza del branco, della famiglia, del villaggio che sopravvive all’ inverno solo se c’è collaborazione e armonia.
Il lupo, creatura nell’immaginario spietata e pericolosa, non vive senza il suo branco; ricordiamoci che c’è differenza fra vivere e sopravvivere.

Questa luna ci ricorda che dobbiamo tenere cari e nutrire i legami del nostro branco perché possiamo certamente sopravvivere anche da soli, ma vivere pienamente è un’altra cosa.
Decoriamo la nostra casa/altare con i simboli e i colori di questa stagione.
In gennaio ci sono ancora una parte dei riti legati a Yule quindi ecco che alla befana ci si riunisce ancora per bruciare l’effige del vecchio anno, nel falò in origine si ammucchiavano gli scarti dei campi e tutti mettevano qualcosa a rappresentare ciò che ci si voleva lasciare alle spalle. Da questi falò più esattamente dalle fiamme e dalle scintille si traevano auspici per il nuovo anno.
È il momento d’iniziare a porre le basi per i nuovi progetti di quest’anno, nei campi gelati si ricomincia a lavorare la terra nella speranza che ci sia una buona stagione che permetta di superare un altro inverno.

Per l’esbat scegliamo i colori del periodo che ricordano il ghiaccio ancora presente usiamo candele bianche (purificazione) e blu per l’armonia.

Consigli magici per utilizzare l’influsso di questo Esbat

Prendiamoci cura della nostra famiglia creando un amuleto per la buona fortuna e la protezione.
Si può creare un solo amuleto da porre dietro alla porta, magari fissandolo sulla scopa della strega. Oppure creare un sacchettino per ogni componente della famiglia.

Occorrente:

  • Stoffa bianca
  • Agrifoglio
  • Vischio
  • Abete

Prendete uno scampolo di stoffa bianca, a voi la scelta se tagliare un rettangolo e cucire il sacchettino dai lati; oppure tagliare un cerchio e chiuderlo con semplicemente con il laccio.
Recuperate le erbe messe a seccare a Yule, se utilizzate l’agrifoglio mettete sia le foglie che un pezzetto del legno, del vischio mettete solo le foglie, dell’ avete solo gli aghi e se avete del rosmarino inserite anche un pezzetto del legno.

” Agrifoglio per attirare ogni fortuna,
Vischio per non conoscer malanno alcuno,
Abete per prosperare in ogni dove,
Rosmarino perché l’amore sia sempre puro”

Legate il tutto con un pezzo di spago o un nastro colorato

“Il primo nodo chiama l’incanto,
il secondo lo tiene saldo,
il terzo per non far male né a te né a me,
Così voglio e così è”

 

 

 

Se il mio blog ti piace e lo trovi utile

supportalo con una donazione:paypal.me/stregadicitta