Luna del Grande Inverno
Spiriti della natura: Driadi
Erbe: agrifoglio, edera, vischio, abete.
Colori: rosso sangue, bianco e nero.
Incensi: incenso, mirra e pino
Divinità: Cailleach, Ullr
Questa luna che è conosciuta con tanti nomi:Luna della Quercia, Luna delle lunghe notti,
Luna del grande inverno, Luna degli Alberi spogli.

Durante questa luna il sole sembra morente, il freddo e il gelo conquistano i campi che sono messi a riposare. Gli uomini attendevano al riparo del villaggio il ritorno della bella stagione.
Dicembre ancor più di novembre è un mese di stallo, dove ci si prepara ad affrontare e superare l’ultima parte dell’inverno. Naturalmente è difficile per noi creature moderne crescute all’ insegna delle abbuffate e dei regali, comprendere il reverenziale timore che muoveva i nostri antenati e che li spingevano a temere e rispettare il freddo inverno in attesa di un disgelo che non davano certo per scontato.
Ed ecco quindi, che per esorcizzare la morte e la paura,  le case venivano addobbate di vita (i sempreverdi) e le tavole vengono imbandite (per attirare nuova abbondanza) prima che il cibo rimasto si guasti; grandi falò vengono accesi durante il solstizio per dar forza al piccolo Sole bambino per donargli la forza necessaria a  riportare il calore dell’estate.
Per questo esbat godiamoci l’aria gioiosa del Natale, che ormai poco conserva del suo carattere cristiano ed è tanto profano forse più pagano di quel che i ben pensanti sarebbero disposti ad ammettere, dedichiamoci con calore alla famiglia e festeggiamo con loro per superare le prove del lungo inverno.

La luna di quest’anno (2019) cade il 12 ed è nel segno dei Gemelli, un segno che ci spinge ancor di più a cercare il lato leggero e gioioso della vita, sono favoriti tutti quegli incanti legati alla crescita interiore e alla comunicazione in generale.

Se il mio blog ti piace e lo trovi utile

supportalo con una donazione:paypal.me/stregadicitta