Crea sito

Appunti di una Strega di Città

Tutto è magia per chi guarda il mondo con gli occhi di un Bambino

Category

Tradizioni

Día de muertos

Il Día de muertos nel 2008 è stato inserito nell’elenco rappresentativo del patrimonio culturale immateriale dell’umanità

Culto degli antenati

L’espressione culto degli antenati, si riferisce all’insieme delle pratiche e credenze religiose basate sull’idea che i membri defunti di una famiglia o di un clan veglino sui propri discendenti, e siano in grado di influire positivamente o negativamente sul loro destino.

S’Abba Muda

A mezzanotte, ogni padrona di casa, si alzava dal letto per aspergere la propria abitazione con “S’Abba Muda” che durante il pomeriggio era riuscita a portare dalla fonte, con le brocche in terracotta, senza proferir parola con nessuno (muta) durante il tragitto.

Solstizio d’ estate – Kupala-

L’europa dell’ est sta riscoprendo da molto tempo le proprie radici e tradizioni, fra queste c’è Kupala che celebra il primo raccolto e cade nel periodo del solstizio d’ estate, conosciuto fra i neo-pagani anche con il nome di Litha; ma scopriamo di cosa si tratta.

L’ Arte della pyssanka

Alcune leggende narrano che ‘fino a che c’è anche una sola persona che dipingerà le pyssanka la bondà sarà sempre più forte del male.’
Un’altra invece dice che ‘fino a che vengono dipinte le pyssanka il mondo non può finire’…

Sa filonzana

Attenti! Attenti! Arriva sa filonzana. Arriva con la sua gobba tanto pronunciata che quasi la spezza in due, arriva vestita di nero, con il volto coperto da una maschera orribile, cattiva e ambigua. Quel che tutti temono è il filo… Continue Reading →

Le Janas

Se di notte, mentre dormite, vi sentite chiamare tre volte, non vi allarmate sono le janas che vi hanno scelto. Vi porteranno a vedere i tesori che custodiscono e se sarete onesti e non tenterete di rubare, sarete per sempre… Continue Reading →

Mercoledì delle Ceneri

Questo è il giorno in cui inizia la quaresima cristiana.
Al di là dei significati di penitenza e pentimento cristiano vi sono dei simboli nella cerimonia a mio parere interessanti.

La Croce di Brigid

Le sue origini sono antiche e incerte, ma sono precristiane. Brigid è la dea celtica del fuoco e della luce, e viene venerata proprio ad Imbolc (31 gennaio – 2 febbraio) perché porta la luce che finalmente vince il buio dell’inverno, permettendo alla primavera di cominciare di nuovo a farsi spazio. La luce e il calore sciolgono le nevi, fanno sbocciare i primi fiori. La croce di Brigid ha quindi una connessione chiaramente solare. I bracci di cui è fatta sono i raggi di luce che rappresentano la vita e le quattro stagioni, oltre che richiamare la bandiera dell’Ulster, una delle quattro contee d’Irlanda. La croce racchiusa dal cerchio, il simbolo della ruota che riporta a fasi alterne la luce e le tenebre nello scorrere del tempo.

La creazione secondo gli Inca del Perù

Continuiamo il nostro Filò scoprendo i vari miti della creazione. Stasera vi narrerò il mito della creazione Inca

© 2020 Appunti di una Strega di Città — Powered by WordPress

Theme by Anders NorenUp ↑

error: No copia e incolla! Condividi tramite link