Crea sito

Appunti di una Strega di Città

Tutto è magia per chi guarda il mondo con gli occhi di un Bambino

Category

Divinazione

Rune [cenni storici]

Nell’Edda, i carmi che raccontano le imprese dei vichinghi e dei loro dèi, ci sono molti riferimenti alla magia delle rune e del suo uso da parte di dèi ed eroi. Runa significa ‘segreto’ o ‘nascosto’,  deriva da run, ‘segreto’ o ‘mistero’ nell’antica lingua norrena. La parola tedesca moderna raunen, ‘sussurrare’, deriva anch’essa da questa radice.

Leggere le rune

Leggere le rune non significa dare uno sguardo annoiato al futuro, le rune ci mettono in contatto con il nostro Io più profondo…

Ornitomanzia

È una pratica che tiene conto della specie d’uccello che viene avvistata, il volo, la direzione e il verso. 
In relazione a ciò c’è anche un’applicazione della numerologia perché il numero degli uccelli e la quantità di volte che viene ripetuto un verso ha un significato diverso e preciso.

Ad ogni segno il suo metodo di divinazione

Ariete Mai sentito parlare dell’emerologia? E’ la divinazione per mezzo del calendario! Se “astrologia” significa “discorso sulle stelle”, “emerologia” è il “discorso sui giorni”. L’antico calendario tebano riportava ogni giorno un’immagine simbolica utilizzata per prevedere gli eventi, ma anche per… Continue Reading →

Fehu

“Un giorno visitai i poteri della foresta. Ed ecco che apparì Fehu , la potenza del fuoco che tutto crea e tutto distrugge. Essa è la forza della primavera e il declino dell’ autunno”

Divinare con la candela

Oggi voglio parlarvi di una forma di divinazione semplice, che va bene se la domanda ha bisogno solo di un sì o un no, con l’utilizzo di una candela

Consacrazione dei Tarocchi

Per prima cosa vediamo da vicino il significato della parola “Consacrazione” deriva dal latino ed è formata da CON=CUM che indica il mezzo dell’azione e SACRARE che deriva da SACER= sacro; quindi significa rendere sacro con qualche mezzo, nel nostro caso attraverso un rito.
Sinonimi: benedire e dedicare.

Tarocchi

Appare evidente che le varie teorie sono tutte senza un adeguata documentazione storica, quindi possiamo pensare che il mazzo come lo conosciamo oggi sia opera di una “fusione” tra due mazzi ben distinti uno antico (gli Arcani Minori) che ha avuto delle aggiunte durante la fusione (le carte di corte) ed uno ( i 22 Arcani Maggiori) che risale intorno all’anno 1240 quando si trovano i primi documenti che parlano dei “naibi” (antico nome dei Tarocchi) che vedrebbe la sua nascita nell’Italia del Nord. Verso il 1650 nell’Italia Centrale nascono le “Minchiate” un mazzo particolare composto da 96 carte. Ma è solo attorno al 1770 che i Tarocchi abbandonano l’aspetto ludico per entrare a tutti gli effetti nell’Arte Divinatoria, ed è in questo periodo che cominciano a suscitare l’interesse delle varie società esoteriche e occulte.

Caffeomanzia – Leggere i fondi del caffè

Le prime testimonianze scritte riguardo l’ origine della caffeomanzia la collocano nell’ impero ottomano o in mesopotamia.

© 2019 Appunti di una Strega di Città — Powered by WordPress

Theme by Anders NorenUp ↑

error: No copia e incolla! Condividi tramite link