Aspetto botanico

– Nome scientifico
Allium sativum

– Etimologia
Il nome sembra derivare dal latino Oleo o Halo che significa esalare odore

– Nomi popolari
Aglio con lievi variazioni regionali per esempio: ajo in Veneto o agliu in Liguria

– Descrizione e caratteristiche
In Italia crescono spontanee una trentina di specie di aglio, tra cui l’Allium ursinum, l’Allium vineale e l’Allium oleraceum; in tutto il mondo ne sono presenti più di trecento e le piante sono alte da una ventina di centimetri a oltre un metro.
Le foglie sono lunghe appuntite e leggermente piegate verso l’interno, di un bel verde brillante.
I fiori solitamente si presentano a pom pom e appaiono in tarda primavera o inizio estate solitamente di colore violetto si presentano anche in altre colorazioni come il bianco , il rosa , il giallo il porpora o l’ azzurro.
Il bulbo si presenta diviso a spicchi.
Tutta la pianta ha un lieve odore di aglio.

– Habitat e Diffusione
Originario dall’ Asia, grazie alle sue molte qualita` e alla sua adattabilita` e` stato coltivato e diffuso in tutto il mondo.

– Parti utilizzate e periodo balsamico
Il bulbo si conserva molto bene per mesi ed e` praticamente sempre presente sulle nostre tavole.
Il periodo di raccolta varia da luglio a settembre , va raccolto quando le foglie si presentano completamente secche.

Proprietà ed utilizzi Officinali

– Composizione
L’olio essenziale presente nel bulbo contiene: bisolfuro di allile e allipropile allicina (sostanza ad azione antibiotica), garlicina (ad azione antibiotica), allina (glucoside), vitamine A, B, C, zuccheri, fitosteroli, lipidi, mucillagini.

– Utilizzi e preparati erboristici
Aglio ha molte proprieta` ed utilizzi.
E` antibatterico, antivirale , antimicotico , vermifugo. La medicina popolare gli attribuisce anche la capacita` di abbassare la pressione arteriosa ma dagli studi moderni sembra abbia un azione molto blanda in tal senso.
In erboristeria lo si trova in varie forme tra cui pastiglie gastroresistenti , polvere, macerati idroalcolici e oleoliti.

– Controindicazioni
Ad alte dosi (oltre i 500gr) e` tossico.
Ha la proprieta` di fluidificare il sangue quindi e` sconsigliato in caso di emorragie gastro-intestinali e ulcere, in gravidanza e allattamento.

Utilizzi casalinghi

Un rimedio contro le verruche prevede di applicare dell’ aglio pestato sulla verruca per 20 minuti al giorno fino a che non si secca e cade.
Contro il mal di denti pestare un po’ di aglio e applicare il composto sul dente dolorante o sulla zona infiammata , c’e` da fare attenzione pero` a non abusare di questo metodo perche` puo` provocare ustioni da contatto sulle mucose.
Contro le infestazioni da parassiti veniva utilizzato un composto di latte di capra e spicchi d’aglio (dal gusto terribile) da prendere la mattina a digiuno per 2 settimane,per rendere la cura piu` efficace a fine trattamento era previsto anche un cucchiaino di olio di ricino per pulire l’ intestino (terribile il gusto e i crampi che provoca)

Piccole curiosità

Se volete veder prosperare le vostre rose senza ricorrere ad insetticidi chimici potete sotterrare una testa d`aglio vicino alla pianta e la proteggera` dall’ attacco degli afidi senza guastarne il profumo.
Uno degli utilizzi piu` famosi di questa pianta e` per tener lontani vampiri e streghe.
Ritenuto un afrodisiaco naturale già dal periodo medioevale, si pensi che nei monasteri era proibito proprio perché ritenuto un eccitante sessuale: poveri monaci condannati a non poter usufruire delle proprieta` medicinali di questa splendida pianta. La sua fama afrodisiaca e` arrivata anche in Guasconia dove si usava strofinare la lingua dei neonati maschi ,dopo il battesimo, per augurargli un’intensa e fertile vita sessuale.
Nel Medioevo i medici usavano delle mascherine per la bocca imbevute di succo d’aglio per proteggersi dalle infezioni e per andare a visitare le persone malate evitando cosi il contagio.

Un po’ di magia

Utile per sconfiggere malocchi e maledizioni.
Il giorno di San Giovanni, 24 giugno, è indispensabile comprare almeno una testa d’aglio, per avere soldi tutti l’anno.
Tenuto in casa allontana gli influssi maligni, appeso sopra la porta tiene lontane le persone invidiose:lo stesso effetto si ottiene postandolo con se.